Warning: include(h:\root\home\tecnopenta-001\www\tpdata/wp-content/plugins/codepeople-post-map/system.php): failed to open stream: No such file or directory in H:\root\home\tecnopenta-001\www\tpdata\wp-config.php on line 60

Warning: include(): Failed opening 'h:\root\home\tecnopenta-001\www\tpdata/wp-content/plugins/codepeople-post-map/system.php' for inclusion (include_path='.;c:\php55\includes;c:\php55\pear') in H:\root\home\tecnopenta-001\www\tpdata\wp-config.php on line 60

Monitoraggio e allarme su versante soggetto a dissesto idrogeologico

Descrizione dell’impianto

Il versante a monte è stato oggetto di sistemazioni e lavori di messa in sicurezza, fra i quali anche l’installazione di due reti paramassi in corrispondenza dei corsi d’acqua a carattere torrentizio che trasportano fango e detriti durante gli eventi di piena (in rosso nella fig).

Caso_versante

Stazioni di trasmissione dati

A seguito degli ampliamenti realizzati nella seconda metà del 2015 nella zona sono presenti 3 stazioni di raccolta e trasmissione dati che elaborano i segnali di allarme e trasmettono i valori misurati dai sensori su web server attraverso moduli GPRS.

Stazione Allarmi

Nel pendio soprastante il paese è installata una rete di sensori che si differenziano per principio di funzionamento e grandezza misurata. La stazione allarmi è collegata a due contatti a strappo montati sulle reti paramassi e un pluviometro. Per ambedue i tipi di sensori sono impostate soglie il superamento delle quali, genera l’avviso alla popolazione e alle autorità competenti.

Stazione 1

La stazione 1 è costituita da un datalogger D1-FlexLog equipaggiato con modem GPRS per l’invio dei dati su web server, pannello solare e batteria, a cui sono collegati un estensimetro di superficie G1-EST S posizionato a cavallo di ampie fenditure nel terreno e due pluviometri M1-PLUV. Un pluviometro è posizionato a qualche decina di metri dalla stazione 1 mentre l’altro è nei pressi della stazione allarmi. I dati rilevati dai sensori vengono trasmessi via internet e memorizzati in loco su di una scheda SD che è possibile togliere e sostituire. In corrispondenza dei recenti interventi migliorativi è stato caricato un nuovo firmware nel sistema che permette di inviare mail o via SMS nel caso vengano superate delle soglie (minima o massima).

Stazione 2

La stazione 2 ha il compito di raccogliere e spedire su web i dati provenienti da un estensimetro a filo che monitora i movimenti in corrispondenza di una importante frattura sul terreno. Anche in questo caso il datalogger è della famiglia FlexLog ed è dotato di modem GPRS e di batteria propria, tenuta carica da un pannello solare. Il dato viene quindi spedito su web server dedicato e memorizzato su scheda SD in loco.

Stazione 3           

Posizionata lungo il dreno recentemente realizzato, raccoglie i dati di un inclinometro biassiale fisso posizionato a 7 m di profondità. L’asse X è orientato parallelamente alla direzione di massima pendenza del versante secondo una direttrice che crea con il nord un angolo di circa 300 ° verso Nord Ovest. Anche in questo caso il datalogger è un FlexLog completamente autonomo equipaggiato con batteria 12 V e pannello solare. Il dato viene inviato su web server dedicato e memorizzato in loco su scheda SD.